Egle - Federica Fabiani

Di Lucio Dalla hanno già parlato tutti. O quasi.
Lo hanno fatto gli amici, i colleghi e i giornalisti.
Sapete chi ancora non ha avuto l’occasione di salutarlo?  I suoi “figli”.
I protagonisti delle sue più grandi canzoni; da Anna e Marco a Futura,  da Meri Luis a L’anno che verrà passando per Com’è profondo il mare,  La casa in riva al mare e tante altre. Per una volta, una sola,  saranno i suoi ragazzi a scrivergli per raccontare (a lui e a noi) che  ne è stato delle loro vite quando Lucio li ha perduti di vista.
“E dopo cosa hai fatto?” magari è questa la domanda che Lucio farebbe loro.
Per esempio, che fine hanno fatto Anna e Marco dopo che li abbiamo  visti allontanarsi tenendosi per mano?
Mischiando fantasia e realtà, saranno i protagonisti delle sue canzoni  a risponderci.
Magari, se saremo fortunati, ci confesseranno quale è stato il loro  segreto “… per poter riderci sopra, per continuare a sperare…”.

La trama: una postina, Bologna, Lucio Dalla, le sue canzoni

Egle Petazzoni è una postina bolognese un po’ speciale: era la postina di Lucio Dalla.
La cosa curiosa è che il suo lavoro non pare essere finito.
Egle infatti entra misteriosamente in possesso di una serie di lettere indirizzate a Lucio. Chi continua a scrivergli anni dopo la sua morte?
Sono i suoi “ragazzi”, i protagonisti di alcune delle sue canzoni più belle che hanno deciso di prendere carta e penna per contattarlo. C’è qualcosa che desiderano comunicargli…
Che ne è stato di Anna e Marco? Chi è Futura, come mai si chiama così? Meri Luis aspetta ancora il tram, la sera, verso le sette e un quarto? Il “caro amico” a cui Lucio scrive ne “L’anno che verrà”, che fine ha fatto? Chi è quel bambino che veniva svegliato, ogni mattina, dal fischiettio delle prime note di “Com’è profondo il mare”?
Una postina, Bologna, Lucio Dalla e una manciata di canzoni i cui protagonisti diventano narratori e ci raccontano come hanno incontrato Lucio, come sono finiti dentro una sua canzone, o, più semplicemente, che fine hanno fatto.

Crediti

di
Cristiano Governa

con
Federica Fabiani

voce cantante
Massimo Piazzese

arrangiamenti e tastiere
Riccardo Roncagli

con le voci di
Bob Messini e Dario Criserà

regista assistente
Gabriele Bonsignori

costumi
Ilmer Cacciari

scene
Patrizia Ferraresi

luci e suono
Stefano Bigoni
Edoardo Evangelisti

organizzazione
Giangiorgio Marchesini

regia
Riccardo Marchesini

una produzione
Giostra film

Repliche

15 gennaio 2016 – Teatro Auditorium Molinella

16 gennaio 2016 – Teatro Auditorium Molinella

8 aprile 2016 – Teatro Comunale di Argelato, Argelato

1 agosto 2016 – Teatro Baraccano Bologna

26 novembre 2016 – TAG Teatro a Granarolo

7 dicembre 2016 – Teatro Duse Bologna

13 dicembre 2016 – Teatro Antoniano Bologna